La ventesima edizione del Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione di Parma, ha rappresentato un segno di ripresa, dopo un lungo periodo di pandemia. Jomi è espositore abituale e sicuramente quello di quest’anno è stato un evento dal sapore completamente differente dal passato: in termini sia di espositori che di visitatori. Tutto è stato molto sobrio ma è un’esperienza pur sempre interessante e qualificante. Domenico Campitiello, presidente Jomi spa ha espresso “soddisfazione per la partecipazione alla manifestazione, bel segno di ripartenza per gli eventi in sicurezza in presenza. Un appuntamento importante per il comparto agroalimentare al quale abbiamo aderito con grande entusiasmo. Probabilmente c’è da fare una riflessione sul ruolo delle fiere nel futuro. Non si aspetta più la fiera per presentare i nuovi prodotti, l’esperienza digitale sta modificando abitudini. Il ruolo delle fiere anche di tipo alimentare, muterà nel dopo Covid. Forse non si tornerà mai più come prima..”.

Ti potrebbe piacere:

Chinese (Simplified)EnglishGermanItalianRussianSpanish

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi